Mete escursionistiche

I tesori d'acqua a Dobbiaco

L'acqua ha un ruolo fondamentale per il paese di Dobbiaco situato proprio sulla linea spartiacque di due fiumi. Per questo motivo si è formato un gruppo di lavoro che si dedica al tema acqua e che cercherà di portare alla luce gli aspetti più importanti di questo preziosissimo elemento. Ogni "tesoro d'acqua" viene indicato con una tabella segnaletica con descrizione. Sono stati catalogati una serie di "tesori d'acqua":

  • Fonte della Drava: La sua corsa inizia a Dobbiaco. Il fiume Drava vanta una lunghezza di 742 km e attraversa 5 stati europei (ITA, AUT, SLO, CRO, HUN) prima di sfociare nei pressi della città Osijek nel Danubio. I 5 stati europei sono rappresentati da 5 bacini idrici. Verrà creata un'area di ristoro per escursionisti e ciclisti intorno ad una bellissima fontana.

  • Stazioni della Drava: Un modo per capire le vere dimensioni del fiume Drava. 1 metro di sentiero corrisponde a 1,4 chilometri di lunghezza effettiva del fiume. Dopo 15 minuti si arriva alla fonte del fiume Drava.

  • Degustazione acqua potabile "Toblacher ZweiWasser": Belvedere idilliaco al margine del paese di Dobbiaco con fontana d'acqua potabile dove è possibile provare l'ebbrezza di degustare l'ottima acqua di due fonti.

  • Installazione "Acqua": L'acqua come metafora della musica. Un'installazione dell'artista Ulrich Egger posta davanti alla sala della musica Gustav Mahler presso il Centro culturale del Grand Hotel di Dobbiaco.
Piattaforma panoramica sul Lago di Dobbiaco

La zona del Lago di Dobbiaco con i suoi canneti e terreni paludosi è posta sotto tutela ambientale e rappresenta parte integrante del Parco naturale Fanes-Senes-Braies. La piattaforma panoramica posta sul lago offre una vista spettacolare sullo splendido paesaggio naturale. Particolarmente indicato per gli appassionati di uccelli selvatici. Specialmente in primavera quando si possono osservare molte specie di uccelli migratori.

  • Altitudine: 1.259 m.ü.d.M.
  • superficie: 14 ettari
  • circonferenza: 4,5 km
  • volume: 286.000 m³
  • profondità massima: 3,5 m
Centrale elettrica Schmelze

Un esempio d'utilizzo moderno d'energia elettrica magnificamente illustrato al visitore. I storici forni fusori azionati ad acqua a Klauskofel in Val di Landro mostrano come gli abitanti di questa valle già da secoli utilizzavano la forza dell'acqua per fondere i minerali.

Labirinto – fonte d´energia e forza

Labirinto costruito con pietre fluviali nel bosco presso il Ristorante Genziana. Al centro del labirinto una fonte d'acqua potabile, fonte d'energia e forza. Il labirinto rappresenta un antico simbolo dell'Umanità.

„Il labirinto rappresenta un antico simbolo dell'Umanità
che ognuno capisce al dispetto dell'età e cultura"
Gernot Candolini

I bagni termali di San Candido

Si tratta di una tradizione locale, di cui i più antichi reperti scritti risalgono al 1586, anche se, come testimoniato da scavi effettuati in zona, la scoperta di monete ed amfore antiche ne danno conferma sui suoi inizi già in epoca romana. Oggi ne rimane poco più di una rovina di un albergo lussuosissimo del periodo del tardo romanticismo che una volta fu destinazione prescelta della classe dominante nei ranghi dell'aristocrazia austro-ungarica, rimanendo tale fino allo scoppio della Prima Grande Guerra. Costruita su iniziativa da un nobile ungherese, un tale Dr. Johann Conte Scheiber come struttura adibita a trattamenti medici sanitari nel 1856, venne in seguito trasformato in un Grand Hotel di primissima categoria e cessò tale attività in seguito alla parziale seppure sempre gravissima distruzione nel corso della Prima Grande Guerra, momento da cui ebbe inizio il suo degrado e graduale abbandono attraverso i decenni del Dopoguerra.

„Kneipp für mich" - Paese del benessere Villabassa

1° paese del benessere "Kneipp für mich" d´Italia, Villabassa ha voluto riprendere la lunga tradizione dei bagni termail dell´Alta Pusteria e offrire un ampio ventaglio di proposte ricreative centrate sull´acqua. Nuovo, in sintonia con la filosofia di Sebastian Kneipp e con il suo concetto di salute olistico, è l´"inalatorio all´aperto". L´acqua, cui è stato aggiunto del sale, scorre su rami di pino mugo e di prugnolo, formando una nebbiolina contenente gli oli etrici dei legni. Inalare quest´aria salina ha effetto espettorante e calmante, ma anche antinfiammatorio in caso di bronchiti e sinusiti croniche.

Museo all´aperto della Prima Guerra Mondiale – Croda Rossa

L´associazione storica Bellum Aquilarum ONLUS di Sesto vuole salvare dall´oblio le testimonianze e i residuati bellici ancora esistenti. I percorsi e le trincee costruiti dagli eserciti nemici diventeranno un grande museo all´aperto. La realizzazione del museo all´aperto vuole ricordare le guerre che hanno sconvolto l´Europa nel corso del secolo scorso e lanciare un appello per un futuro comune di pace.

Il Museo all´aperto di Monte Piano

Qui hanno perso la vita 14.000 soldati, italiani e austriaci. Il sentiero sul Monte Piano attraversa la zona del vecchio fronte, lungo trincee ripristinate, gallerie e punti di lancio delle bombe.

MMM Ripa

A luglio 2011 nel Castello di Brunico in Val Pusteria è stato inaugurato il quinto Messner Mountain Museum, dedicato ai popoli delle montagne. Qui, Reinhold Messner prende in esame anche l´ultimo aspetto del rapporto tra l´uomo e la montagna, l´ereditá delle montagne, gli uomini che da sempre qui vivono.

L'acqua trova sempre la propria via, seguila e troverai la tua!
(antica sapienza)

© Berghotel Schopfenhof | Mountain View | Part.IVA IT00811140219 | Impressum | Protezione dati | Cookies | Sitemap